IN QUESTA PAGINA SONO RACCOLTE LE VARIE FASI DEI VERGOGNOSI ATTACCHI SUBITI DAL CENTRO FERNANDES

(PAGINA IN COSTRUZIONE)

"A Quelli che mi buttano pietre il mio cordiale grazie!

Con quelle ho costruito il mio castello!"

 

INTERROGAZIONE PARLAMENTARE 23-07-2014

Il deputato Edmondo Cirielli di Fratelli d’Italia ha presentato alla Camera un’interrogazione parlamentare relativamente alla rivolta di Pescopagano. 

Cirielli informato anche dai delegati castellani del suo partito ha affrontato varie questioni aperte della cittadina volturnense: il Centro Fernandes e il quartierino La Quiete di Ischitella

Raffaella Cosentino su "Redattore Sociale" del 16-02-2010

"SIAMO UN CAPRO ESPIATORIO"

Dopo le petizioni per chiudere la struttura di accoglienza, il direttore Casale parla di strumentalizzazioni elettorali sul problema degli africani per sviare dal racket dello sfruttamento, dall’abusivismo edilizio e dal giro d’affari degli affitti

Per evitare ogni confusione e strumentalizzazione

ELENCO DEI CENTRI DI ACCOGLIENZA PER GLI IRREGOLARI

Il Centro Fernandes non appartiene a nessuna di queste categorie di Centri istituiti dallo Stato per ospitare gli immigrati irregolari

 (mappa dei centri)

Con la crisi al Comune torna alla ribalta il Centro Fernandes

LETTERA APERTA A  MARONI

Il capo dell'opposizione al ministro: Colpa del Sindaco Nuzzo

e del Centro Fernandes se

«L’invasione di massa degli immigrati è iniziata negli ultimi tempi .

Nelle librerie a Maggio il libro di Pasquale Iorio

IL SUD CHE RESISTE

Da vecchio dirigente della Cgil, Iorio ripercorre la storia della resistenza alla camorra da parte della Chiesa e delle associazioni fino alla strage degli africani a Castel Volturno citando anche il Centro Fernandes.

Mentre continua la campagna diffamatoria

L'OPERA EROICA DEL FERNANDES VA AVANTI 

Vi proponiamo alcune immagini della vita quotidiana al Centro Fernandes. Da sole dovrebbero tacitare le vergognose accuse che gettano discredito e vergogna su Castel Volturno. FOTO

 

Dal Mensile INFORMARE di gennaio 2009

CASO FERNANDES

L'associazione LIBERAMENTE diventata partito politico espone in sintesi la sua posizione sulla chiusura del centro Fernandes

La posizione del presidente della pro loco Vincenzo Martino

la presidente del movimento "liberamente

Dal MATTINO del 12 dicembre 2008

ABBIAMO SOLO BISOGNO DI ONESTA' E DI NORMALITA'

 il direttore del Fernandes sulla situazione di C. Volturno. Esiste una pericolosa tendenza a trasformare tutto ciò che avviene in una lotta fratricida che genera martiri o eroi. Occorre invece tornare ad essere un "paese normale" dove si cerca la soluzione dei problemi con serenità ed onestà.

Sul Centro Fernandes Un comunicato Curia Arcivescovile

"IL CENTRO E' OPERA DELLA CHIESA"

La Curia ribadisce il ruolo fondamentale del Centro come segno della carità della Chiesa che non può essere messa in discussione

ed è una  "risposta al territorio in un momento difficile socialmente"

Mentre Il Consiglio Comunale di Castel Volturno

si accingeva a discutere del Centro Fernandes (vedi il Mattino)

SULL' AULA CONSILIARE CALA IL "BLACK OUT "

per più di 15 minuti i consiglieri sono rimasti al buio per un improvviso guasto all'impianto elettrico. Non ci poteva essere un "segno" più eloquente per significare il momento di grave oscurantismo morale e politico.

Castel Volturno e la continua ricerca del "capro espiatorio"

AMERICA PALACE E CENTRO FERNANDES

Il Corriere di Caserta ha riportato due notizie relative a queste strutture poco distanti. Un involontario ma felice accostamento che può aiutare a far luce sui pregiudizi e sulle inutili guerre ai simboli che distraggono dai veri problemi

(vedi articoli e nota del direttore)

ALLA MANIFESTAZIONE Di CASERTA

FORTE DENUNCIA DEL CENTRO FERNANDES

"UN GRAVE ATTO DISCRIMINATORIO E UN ATTENTATO ALLA LIBERTA''"

Consegnata al Prefetto la denuncia vibrata e commossa per il grave episodio avvenuto nel consiglio Comunale di Castel Volturno nel quale alcuni consiglieri hanno chiesto la chiusura del Centro Fernandes.

Don Peppe Diana  ucciso dalla Camorra

Nemmeno in queste ore di guerra si placano le polemiche

I CONSIGLIERI DI DESTRA SCRIVONO A MARONI

La lettera parla di convivenza impossibile fra immigrati e italiani e lancia accuse alla Chiesa, alla sinistra e al sindaco Nuzzo (vedi repliche)

DAGLI STUDENTI DEL LICEO SCIENTIFICO DI SAN CIPRIANO DI AVERSA

UN GRANDE ESEMPIO DI CIVILTA'

PELLEGRINAGGIO IN BICI SUL LUOGO DELLA STRAGE DEGLI AFRICANI

LEGGI IL MESSAGGIO DEI RAGAZZI DEL LICEO 

PRIMO MANIFESTO "MOTU PROPRIO"

Dopo la strage di immigrati e la protesta

MESSAGGIO DEL VESCOVO DI CAPUA ALLE PARROCCHIE

"Riflessioni e speranze" è il titolo del messaggio che invita alla calma ed al servizio disinteressato di poveri ed emarginati verso integrazione e legalità.

Visita a sorpresa del Presidente della Provincia

“PIÙ  IMPEGNO PER  STEMPERARE IL DISAGIO SOCIALE”

Martedi 7 ottobre un ospite d'eccezione al Centro Fernandes , il presidente De Franciscis: "sono in mezzo a voi per testimoniarvi la gratitudine e l'ammirazione  delle Istituzioni per il vostro lavoro."

In una lettera aperta alle istituzioni

SUOR RITA GIARETTA DI CASERTA

Si unisce all'indignazione di tutte le persone civili e di buona volontà per la proposta di chiudere il Centro Fernandes

L'europarlamentare CLAUDIO FAVA in visita al Centro Fernandes IMMIGRAZIONE E POLITICHE EUROPEE

dopo i tragici fatti di sangue che hanno insanguinato Castel Volturno l'onorevole Fava ha voluto portare la sua solidarietà ed ha parlato del suo impegno per un nuovo modo di intendere le politiche migratorie. (vedi foto dell'incontro)

 Massimo D'Alema a Caserta il 10 dicembre

CENA DI SOLIDARIETA' PER IL CENTRO FERNANDES

in occasione dell'incontro con D'Alema il PD vuole testimoniare la sua vicinanza all'opera della Caritas diocesana di Capua a Castel Volturno

IL MESSAGGIO DI RINGRAZIAMENTO DEL DIRETTORE

Si e' costituito il comitato pro Fernandes (comunicato)

"SONO PER E CON IL CENTRO FERNANDES"

per contrastare il vergognoso attacco ai diritti fondamentali dell'uomo , diritto alla salute, diritto all'accoglienza , diritto alla dignità

Artisti, Politici e Gente Comune

TUTTI SI STRINGONO INTORNO AL CENTRO FERNANDES

Per combattere pregiudizio e ignoranza 

 

CON UN MINUTO DI SILENZIO E' INIZIATO IL

 CONCERTO DI MARZOUK MEJRI ENSEMBLE

Erano in duecento gli studenti che hanno partecipato al concerto del grande artista tunisino. Prima di iniziare il direttore ha chiesto un minuto di silenzio per unirsi spiritualmente ai funerali dei Ghanesi uccisi dalla camorra

GIOVEDI 11 DICEMBRE ALLE 11.00 Vedi foto

Studenti e insegnanti rapiti dalla musica di

BABA SISSOKO AL CENTRO FERNANDES (FOTO)

entusiasti anche i piccoli delle elementari coinvolti dai ritmi incalzanti del cantautore africano.